5 TECNICHE PER CONTROLLARE LE SIBILANTI

Durante la registrazione ed il mixaggio di voci rap possiamo accorgerci che le sibilanti, (“S”) del cantante, sono fastidiose e non ‘stanno bene’ nel contesto della canzone: in questo articolo vedremo insieme come controllare queste sibilanti impiegando alcune tecniche, sia durante la registrazione che durante il mix.


IN REGISTRAZIONE

Le sibilanti provengono da un’accentuazione del suono che sporge dal palato. Ci sono una serie di modi in cui possiamo provare a risolvere il problema prima di registrare.

1- Scegli il microfono giusto

Questo sembra scontato, ma se il cantante ha una voce brillante, si potrebbe aver la necessità di un microfono più scuro: un microfono a nastro, un microfono dinamico più morbido (come un RE20), oppure un condensatore dal suono vintage (U67).

2- Posiziona correttamente il microfono

Si consiglia di puntare il microfono leggermente ‘fuori asse’, posizionandolo leggermente a destra, o sinistra della bocca (oppure verso il basso). spostare in posizioni diverse il microfono permetterà di cambiare il modo in cui la gamma delle alte frequenze viene captata dal microfono stesso.


DURANTE IL MIX

Il problema delle sibilati è un problema comune, da risolvere nella maggior parte delle tracce vocali. L’orecchio umano è più sensibile alle alte frequenze, quindi se le S e le T hanno un volume più basso rispetto alle altre consonanti e vocali, le sentiremo comunque più alte. Un’altro aspetto da considerare è che le sibilanti sono molto veloci (durano pochi millisecondi); ecco quindi come possiamo attenuarle in modo efficace:

3- Abbassa manualmente i volumi (trim/fader)

Quando senti una ‘S’ fastidiosa abbassane il volume, questo è l’approccio migliore ma richiede parecchio tempo.

4- Wideband de-essing

Un’altro approccio consiste nel comprimere le voci utilizzando un de-esser. Questo metodo è molto più veloce del precedente, ma è importante utilizzare il giusto de-esser con le giuste impostazioni altrimenti c’è il rischio di attenuare alcune parole che non contengono sibilanti, perdendo quindi brillantezza complessiva delle voci.

5- De-essing selettivo delle frequenze

Questo metodo è lo stesso di quello precedente, eccezzion fatta che l’attenuazione del segnale avviene soltanto nella porzione di alte frequenze. Questo è un bene per mantenere il tono delle voci, ma a volte introduce artefatti simili ad un equalizzazione sulla alte, ‘inscatolando’ il segnale.


5 PLUGINS DA UTILIZZARE PER CONTROLLARE LE S:

Waves Renaissance DeEsser

Fab Filter Pro DeEsser

Massey DeEsser

Spitfish DeEsser (Freeware)

Oxford SuprEsser


PER APPROFONDIRE TECNICHE DI MIXAGGIO E MASTERING HIP HOP PARTECIPA AI CORSI DI MIXAGGIO E MASTERING HIP HOP: PER IL PROGRAMMA COMPLETO CLICCA QUI.

0 Condivisioni