Come utilizzare melodyne per voci intonate alla perfezione: trucchi, strategie e suggerimenti

Il potente software di Melodyne

In questo articolo ti spiegherò passo a passo come intonare la voce di un cantante con il software Celemony Melodyne. Ti insegnerò ad intonare qualsiasi voce in modo abbastanza veloce e ti spiegherò come ottenere un effetto naturale e professionale per poter mixare al meglio i tuoi brani.

I concetti visti durante questo articolo potranno essere applicati anche per altri software di correct pitch come flex pitch di Logic Pro, newton di FL Studio etc.

Pronto?

Si parte…….

Cos’è Melodyne?

Melodyne è probabilmente il software più utilizzato al mondo per la correzione dell’intonazione di voci e strumenti musicali. Il software è prodotto da Celemony, azienda tedesca che si occupa del suo sviluppo fin dagli anni 2000.

Come funziona?

Melodyne è uno strumento digitale che consente di intervenire “manualmente” su ogni parola, consonante e vocale di una voce registrata, con L’obiettivo finale di correggere eventuali sbavature ed incorrettezze attraverso le modifiche di pitch, pitch drift etc.

Le versioni di Melodyne e dove scaricarlo gratis

Se non possiedi melodyne non ti preoccupare, lo puoi provare per 30 giorni gratuitamente nella versione studio (la più completa) e provare le tecniche che stò per spiegarti all’interno di questo articolo.

Esistono 4 versioni del software, in ordine di funzionalità troviamo: Melodyne essential, Melodyne assistant, Melodyne editor e Melodyne studio, sul sito web celemony è possibile leggere la tabella comparativa con le funzionalità.

Una volta scaricato come inserisco Melodyne nel programma?

Dopo aver installato la versione compatibile con il tuo software:

  • FL Studio, Cubase, Reaper, Studio One (VST-VST3)
  • Logic Pro (AU)
  • Pro Tool (RTAS, AAX)

Ti basterà inserire nella sezione effetti del mixer il programma come nella immagine che segue.

Dopo aver inserito il plugin è necessario cliccare su “transfer” nella parte superiore del software e riprodurre la voce da modificare.

L’algoritmo giusto per le voci

Il software Melodyne consente di modificare il pitch di strumenti di diverse tipologie: chitarre, bassi, pianoforti, ritmiche e per l’appunto le voci.

Per intervenire al meglio sulle voci ti consiglio di attivare tramite il menù “algoritm” la funzione “melodic” pensata appositamente per strumenti monofonici.

Gli strumenti monofonici sono tutti gli strumenti musicali che riproducono delle note in successione (melodie), gli strumenti polifonici sono invece gli strumenti musicali che suonano anche delle note sovrapposte (accordi, bicordi etc.).

Qual’è la tonalità giusta da impostare in melodyne?

Melodyne, come detto in precedenza, è un potente programma di pitch e come tale agisce sul materiale sonoro tramite l’uso (e la modifica) di note musicali.

Nella maggior parte dei brani pop moderni, hip hop etc. viene scelta una tonalità che perdura per l’intero brano: difficilmente si hanno brani con tonalità che variano nelle sezioni del brano (eccetto rarissimi casi).

Quindi la tonalità del cantante è determinata dalla tonalità della base musicale:

  • Se la base musicale è prodotta da te ti basterà selezionare la tonalità.
  • Se la base musicale non è prodotta da te bisogna individuarla.

Corso di Tecnico Audio

Iscriviti al corso di Mixaggio e Mastering per imparare a mixare voci con Melodyne

Corso di Tecnico Audio

Iscriviti al corso di Mixaggio e Mastering per imparare a mixare voci con Melodyne

Durante il corso di arrangiamento e composizione insegniamo ad individuare tonalità di brani, basi e sample editi, in alternativa, se non conosci le scale o semplicemente non sei in grado di riconoscere ad orecchio le tonalità di sample e basi musicali, puoi tranquillamente usare degli strumenti automatici (non affidabili al 100% ma utili) come il sito Web “TuneBat che fornisce la tonalità di una base musicale semplicemente trascinando il file audio all’interno di una pagina dedicata.

Come impostare la tonalità in Melodyne

Una volta individuata la tonalità, bisogna posizionare il cursore nella parte sinistra di melodyne e selezionare la nota corrispondente, si aprirà un menù a tendina dal quale poter selezionare la tipologia di scala (maggiore o minore) e la nota corrispondente.

Correzione automatica della voce

Sebbene Melodyne sia un software che permette di intonare la voce in modo customizzato e dettagliato, ed è questo il suo punto di forza, il software propone una serie di tool che agiscono in modo “computerizzato” ed automatico.

I Tool “automatici” si trovano nella sezione chiamata “correct pitch macro”, che consente di accedere ad un pannello dedicato con due slider e la tonalità flaggabile.

“si consiglia di utilizzare questi tool su materiale sonoro secondario come sovra incisioni, doppie voci”
1 – Pitch drift e pitch center consentono di centrare il pitch di tutte le note per farle suonare senza l’utilizzo dei centesimi.

Con questa funzione vengono esclusi i centesimi dalla performance e tutte le note suoneranno perfettamente su toni e semitoni.

Ricordiamoci che una buona voce non per forza deve suonare con pitch “perfetto”, in natura non può esistere una voce simile e quindi non è credibile.
2 – Snap to “x scale Maj o min”

Con questa funzione le note che non suonano in una di quelle che fanno parte della tonalità selezionata vengono spostate alle note più vicine che ne fanno parte: se per esempio nella voce è presente una parola che è in F# e ci troviamo in tonalità di Do maggiore, Melodyne sposterà automaticamente per noi questa nota sul Sol oppure sul Fa portandola in tonalità.

Avere tutte le note in tonalità non è sinonimo di “voce intonata che suona bene”, capita che delle note che sono in tonalità suonano meno bene di note che non lo sono, per questo l’orecchio è un indicatore fondamentale da anteporre alla perfezione del software.

Come intonare la voce con Melodyne

Tutto ciò che devi fare ora per intonare la voce è spostare manualmente le parole, consonanti e vocali usando come riferimento la tonalità del brano.

Se per esempio siamo in Do maggiore: tonalità che prevede il solo utilizzo di tasti bianchi, potrai tranquillamente spostare le note della voce su tutti i tasti bianchi disponibili.

Questo metodo ti dà la sicurezza di rimanere sempre in tonalità ma nessuno ti vieta, con il tempo e l’esperienza di valutare note non appartenenti alla tonalità.

Per intonare correttamente la voce ti consiglio di usare come riferimento non solo la tonalità della canzone ma anche gli accordi e le melodie della base musicale: se per esempio ho un accordo di sol minore (che è la quinta della tonalità di Do) e sono in dubbio se spostare la nota su un Sol o su di un Fa molto probabilmente il Sol si sposerà meglio con la melodia sottostante.

Allo stesso modo se ho una seconda voce potrei scegliere delle note piuttosto che altre in funzione della voce principale. Le quinte stanno benissimo, oppure le ottave (sia superiori che inferiori).

Se sei alle prime armi e non hai competenze musicali di alcun tipo ti basterà spostare le note solo nelle linee bianche di melodyne, che si generano quando selezioniamo la tonalità del brano.

I tools di Melodyne

Nella parte superiore di Melodyne – Toolbar sono presenti dei tool, grazie ai quali è possibile intervenire sull’intonazione della voce ed altri parametri importanti.
Main Tool: consente di selezionare le note singole, gruppi di note e spostarle di pitch.
Pitch Tool: come il primo consente di modificare il pitch delle note, la differenza è che risponde meglio quando ci troviamo in situazioni di zoom in cui le note sono piccole.
Formant tool: agisce sulla formante del suono e può essere utile per modificare un suono quando si apportano grandi cambiamenti di intonazione.
Time Tool: consente di modificare lo stretch, ovvero di allungare ed accorciare una parte. Questa funzione è utile quando si vogliono modificare le durate di doppie e sovraincisioni per farle coincidere con le voci principali o con altre voci secondarie.
Note separation tool: consente di suddividere una nota in due o più parti. Questo tool è comodo quando si vuole modificare il pitch di una parola più lunga in modo separato.

Corso di Tecnico Audio

Iscriviti al corso di Mixaggio e Mastering per imparare a mixare voci e strumenti in modo professionale

Corso di Tecnico Audio

Iscriviti al corso di Mixaggio e Mastering per imparare a mixare voci e strumenti in modo professionale
certificato sonnox

Leggi altri articoli

Come mixare una voce registrata in casa – con esempio pratico

Come mixare una voce registrata in casa – con esempio pratico

Cosa fare se la voce è registrata in casa senza apparecchiature costose?

Bisogna intervenire con un mixaggio e mastering differente rispetto a voci registrate in studio, innanzitutto dovremo pulire, in secondo luogo dovremo restituirgli credibilità e per ultimo aggiungere gli effetti prima di essere pubblicate su spotify o youtube.

leggi tutto
×